Il Centro Nocetum – nell’ambito dell’edizione 2022 della Milano Green Week – presenta 3 laboratori dedicati a bambini e famiglie che vorranno vivere un’esperienza arricchente ed entusiasmante, a contatto con la natura

Inizierà il prossimo 1° settembre e durerà sino al 4 ottobre 2022 il tempo del Creato.
Nella giornata inaugurale e la domenica a seguire, due appuntamenti importanti nel nostro territorio, frutto della collaborazione tra il Centro Nocetum e la Parrocchia di San Michele e Santa Rita, in Corvetto.

Il progetto A.C.E. (Agroecologia ed Economia Circolare per un nuovo sud Milano) si racconta grazie al tratto – spiritoso e al contempo sobrio – di Monica Diari.
Con una sintesi visiva degli aspetti – e delle ricadute positive sul pubblico cittadino – accompagnati da personaggi fortemente empatici che si alternano nello slalom tra iniziative, luoghi, eventi e risultati che hanno composto A.C.E.

Le Comunità Laudato si’ tornano a incontrarsi insieme dopo due anni di pandemia: e quest’emergenza Covid, cui si è aggiunta la guerra, «hanno spostato il riferimento rispetto al disastro ambientale annunciato che sarà molto più grave dei due anni che abbiamo passato», esordisce Carlo Petrini nell’aprire il Forum , che si è svolto il 2 e 3 luglio ad Amatrice (e Rieti)

Una delle modalità con le quali si può interpretare la ricaduta positiva del progetto A.C.E. sulla cittadinanza è sicuramente nella sua capacità di creare dei ponti, delle connessioni.
Delle connessioni, innanzitutto, proprio tra le persone e i luoghi ambientali, dove la natura ha degli spazi importanti sul territorio.

Dalla parte dei cittadini “come e che cosa”?
È questo l’aspetto del progetto A.C.E. (Agroecologia ed Economia Circolare per una nuova Milano sud) che abbiamo voluto approfondire nella seconda parte della conversazione con Paola Borriello (volontaria DEAFAL ONG) e Paolo Gorlini (Presidente di CASCINET, impresa sociale)

In occasione della “Giornata di presentazione dei risultati del Progetto A.C.E.” a scuole e cittadinanza, nella cornice del bosco di Rogoredo, abbiamo avuto la possibilità di intervistare i rappresentanti di due dei partner progettuali: Paola Boriello (volontaria DEAFAL ONG) e Paolo Gorlini (Presidente di CASCINET, impresa sociale).
Ecco cosa ci hanno raccontato.

Domenica 12 giugno, a Nocetum, un appuntamento tardo pomeridiano e preserale pensato per i più giovani (ma non solo!), a contatto con il cielo e la natura, dove lo “Zodiaco” di Stockhausen – in forma di mini concert a misura di bambino – verrà affiancato a un viaggio nelle stelle, tra gioco, racconto e cibo sano.

A.C.E. sostanzialmente aiuta tutti noi a far sì che i luoghi che viviamo subiscano una trasformazione qualitativa in termini ambientali, sociali e umani. Non ci dobbiamo più occupare di piccoli pezzi di verde, ma ci dobbiamo occupare del territorio e di quello che esiste sul territorio, quindi l’ambiente e le persone.

La nostra attività è soprattutto dedicata alla fruizione ed è anche un esempio di sostenibilità in ambito urbano. Qui si possono fare esperienze di vario tipo, conoscere quella che è l’agricoltura in città e, soprattutto, si possono fare esperienze dirette proprio a contatto con la natura, sia per quanto riguarda la cura degli animali sia per quanto riguarda la coltivazione.